Per mandare le vostre intenzioni, scrivere a segreteria.provincia@icrsp.org

Che cos’è la Messa?

E’ il rinnovo e la perpetuazione sui nostri altari del Sacrificio che Gesù ha compiuto una volta per tutte sulla Croce.

Prima di morire sulla Croce, Gesù ha conferito ai sacerdoti i suoi stessi poteri divini: mutare il pane e il vino nel suo Corpo e nel suo Sangue. Insieme con questo potere, Gesù ha anche dato ai sacerdoti della sua Chiesa il potere di destinare per qualche intenzione particolare le Messe che celebrano. La Chiesa ha seguito questa tradizione, ad esempio per suffragare le anime dei defunti oppure in onore dei martiri.

Cos’è un’intenzione di Messa?

Un’intenzione di Messa è un’intenzione particolare di preghiera per la quale una persona chiede al sacerdote di applicare il sacrificio di Gesù Cristo, e si unisce a questo sacrificio in maniera più forte e in modo particolare, cioè con un’offerta, un sacrificio personale. Quest’intenzione può essere sia per se stesso, sia per altre persone, sia per affidare un defunto alla misericordia del Signore, sia in rendimento di grazie.

Il sacrificio di Cristo include già di suo tutte le intenzioni divine. Ma il sacerdote, congiungendosi al desiderio del fedele che lo richiede, aggiunge un’intenzione particolare. Il sacrificio di Cristo ha un valore generale e infinito. Ma il fedele che fa celebrare una Messa, sente che quella Messa è “sua” e chiede che il sacerdote presenti a Dio una preghiera, una richiesta particolare, quella indicatagli da lui.

Ogni Messa ha un valore infinito, e una Messa celebrata in favore di una persona viva, oppure in suffragio di un defunto o più defunti (Messa di suffragio) ha un valore inestimabile. È il più bel regalo che si possa fare a un parente, un amico, vivo o defunto. Inoltre, le sante Messe si possono offrire secondo alcune intenzioni particolari che piaciono a Dio: in onore della Madonna, in riparazione dei peccati del mondo, per chiedere la conversione di un’anima, per chiedere la pace, in ringraziamento per una grazia ricevuta.

La Novena di Sante Messe trae origine dai nove giorni che separano la festa dell’Ascensione da quella della Pentecoste. È il modello della preghiera della Chiesa. Quindi una novena è costituita da un ciclo di nove Messe celebrate durante nove giorni consecutivi.

Il Corso Gregoriano (in suffragio di un solo defunto) è una pratica antichissima che risale alla fine del VI secolo, all’epoca di San Gregorio Magno. Un Corso Gregoriano è costituito da trenta Messe che devono essere celebrate senza interruzione, per trenta giorni consecutivi e per un solo defunto.

Le offerte consigliate per la celebrazione delle Sante Messe sono:

Offerta per una Messa: € 16,00;
Offerta per una Novena: € 160,00;
Offerta per un ciclo di 30 Messe Gregoriane: € 600,00 (per un solo defunto).

Queste offerte permettono ai sacerdoti di affrontare le spese della vita quotidiana e molte spese dell’apostolato. Secondo il Diritto Canonico (canone n° 945 sq), un sacerdote può percepire una sola offerta di messa al giorno.

Per mandare le Vostre intenzioni di Messe, scrivere a:

segreteria.provincia@icrsp.org