« Affinché i Santi preghino ed intercedano per noi fa di mestieri invocarli e chiedere il loro aiuto. Il miglior modo di celebrare la loro festa è avvalerci del potere che essi hanno presso Dio per conseguire dalla divina Misericordia le grazie di cui abbiamo bi­sogno. E la Divina Maestà tanto gradisce che profit­tiamo dell’intercessione dei Santi che, volendo accor­darci qualche favore, ne ispira spesso di ricorrere alla loro mediazione e li provoca a pregare per noi. Con ogni confidenza, dobbiamo quindi supplicarli e rivol­gerci ad essi, massime nei giorni delle rispettive loro feste, senza dubbio alcuno che ci ascoltino e facciano volentieri quello di cui li supplichiamo ».

San Francesco di Sales, Serm. famil.

 

Una volta, il 29 gennaio, S. Francesco di Sales comparve, accompagnato dalla Santa Madre di Chantal, a S. Margherita Alacoque a le disse: « Mi ha comandato il Signore di visitare tutti i monasteri del mio Ordine, assicurandomi che tutte quelle religiose che da me saranno riconosciute per vere mie figlie sa­ranno da Lui ricevute per sue spose. Per ubbidire a questo co­mandamento, non ho fatto altro che visitare i cuori delle superiore, nei quali tutti quelli delle figlie della Visitazione debbono trovarsi racchiusi. Comunque siano, la Superiore rappresentano la sacra persona di Gesù Cristo, ed ogni religiosa che sarà se­parata dalla sua superiora verrà rigettata anche da Lui!… »

error